CENTRO IMMIGRATI

Agrigento, al centro immigrati rissa con coltello: un ferito non grave

AGRIGENTO. Non volevano condividere la stessa camera da letto. Probabili attriti dovuti alla diversa etnia e quella convivenza forzata hanno fatto scatenare il parapiglia. Una rissa che ha rischiato di trasformarsi in un’autentica tragedia. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento e quelli della stazione del Villaggio Mosè, intervenuti per riportare la calma all’interno di una comunità d’accoglienza per immigrati minorenni giunti in Italia senza essere accompagnati, hanno, infatti, ritrovato e sequestrato un coltello a serramanico.

L’arma, all’arrivo – veramente provvidenziale – dei carabinieri, è stata gettata sul pavimento. Sarebbe bastato qualche minuto in più e verosimilmente quel coltello a serramanico avrebbe potuto essere utilizzato. Uno dei due migranti, coinvolti, è comunque finito al pronto soccorso dell’ospedale «San Giovanni di Dio». Troppe le ferite e gli ematomi riportati durante lo scontro, ma non dovrebbe essere in gravi condizioni.

Quanto è accaduto nella comunità alloggio di viale Cannatello, ad Agrigento, avrebbe potuto avere conseguenze veramente drammatiche. Ne sono convinti, a causa della presenza del coltello a serramanico, gli stessi carabinieri.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X