PROCURA

Abusivismo a Licata, sei nuovi denunciati

di

LICATA. L’abusivismo edilizio non si ferma nemmeno a dicembre. Nonostante ormai da più di un anno siano in azione le ruspe, che hanno già abbattuto una cinquantina di villette edificate entro i 150 metri dalla battigia, c’è chi continua a costruire in assenza di concessione edilizia o in difformità rispetto al permesso di costruire ottenuto dal Comune.

L’anno appena trascorso si è concluso con nuove denunce per abusivismo edilizio. Sul sito istituzionale del Comune è stato pubblicato il report dell’attività che gli agenti della polizia municipale ed i tecnici del dipartimento Urbanistica e Gestione del Territorio hanno condotto contro il fenomeno del «cemento selvaggio» nell’ultimo mese dell’anno. Sono stati sei i licatesi segnalati ai magistrati della procura della Repubblica di Agrigento con l’accusa di avere edificato in assenza di concessione edilizia o, comunque, in difformità rispetto al progetto approvato dai competenti uffici del Comune. Tutti e sei sono stati iscritti, dunque, sul registro degli indagati della Procura della Repubblica di Agrigento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X