BASKET

Nonostante la sconfitta con Reggio c'è ottimismo in casa Fortitudo

di
fortitudo basket, Agrigento, Sport

AGRIGENTO. Con un occhio al parquet, l’altro all’infermeria, comincia il nuovo anno per la Fortitudo Agrigento. La sconfitta di Reggio Calabria è stata caratterizzata dai guai fisici. In infermeria sono finiti oltre che il capitano Marco Evangelisti anche Jalen Cannon. Se per il toscano si tratterebbe di un virus influenzale passeggero, per l’americano c’è da verificare i postumi della distorsione rimediata al PalaCalafiore. “Duracell” come è stato soprannominato il giocatore che più di tutti ha accumulato minutaggio in questa prima parte di stagione, ha rimediato l’infortunio ad avvio della sfida contro la Viola. Partita finita con una netta vittoria in favore dei calabresi. Difficile fare meglio per Agrigento, considerato che la squadra era già priva del centro Paolo Rotondo (il giocatore è fermo da quasi due mesi) , Simone Pepe sotto antibiotici e Ruben Zugno con una contrattura alla schiena. Per Cannon comunque non si tratterebbe di nulla di grave e l’americano dovrebbe riprendere ad allenarsi con i compagni già a partire da oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X