AMMINISTRAZIONE

Canicattì, il Comune cerca di pagare i debiti

di

CANICATTI'. Anticipazione di cassa al massimo dai 3 ai 5 dodicesimi decisa nella stessa seduta dalla giunta municipale su proposta del funzionario responsabile dei Servizi Finanziari per far fronte al pagamento dei creditori ed anche per scongiurare ulteriori ritardi nei pagamenti dei primi stipendi del prossimo anno ed evitare di pagarli entro i normali termini consuetudinari.

L’esecutivo guidato dal sindaco Ettore Di Ventura, ancora orfano dopo oltre due mesi dell’assessore al Bilancio Tributi e Patrimonio, nella stessa seduta del 28 dicembre prima ha adottato la delibera «Anticipazione di cassa 2018» e poi quella «Anticipazione di cassa 2018 aumento limite da 3 ai 5 dodicesimi».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X