COMUNE

Imu e Tia, in arrivo 12 mila avvisi di pagamento ad Agrigento

AGRIGENTO. Mentre al personale dell’ufficio Tributi di palazzo dei Giganti viene liquidato l’incentivo - pari a complessivi 40 mila euro - per aver permesso all’ente di riscuotere, dopo aver fatto notificare 11.549 avvisi di accertamento per l'Ici non pagata, ben 856.303 euro, nelle case degli agrigentini, in questi giorni, stanno arrivano 9 mila accertamenti Imu e 2.500 solleciti di pagamento per la Tia del 2012.

Sarà, dunque, un Capodanno complicato per quanti dovranno mettere in conto - dopo aver pagato il saldo Tari 2017 per cui erano stati inviati circa 27 mila avvisi - anche l'esborso dei soldi necessari per saldare le cartelle esattoriali.

Il Comune, fra solleciti ed avvisi di accertamento, sta cercando di recuperare quanto fino ad ora non ha incassato. Un'autentica «guerra» contro l'evasione fiscale che va in parallelo con il tentativo di far tornare a respirare, magari anche risanandole, le casse comunali. La stessa strategia era stata già del resto messa in campo negli anni passati, tant'è che - almeno per il recupero dell'Ici - ha permesso di incassare delle somme importanti. Somme che hanno permesso ai dipendenti dell'ufficio Tributi d'ottenere l'incentivo per l'anno 2016. Incentivo che è stato messi in pagamento per i 16 impiegati che sono riusciti a far recuperare la somma complessiva di 856.303 euro oltre ai ruoli coattivi emessi per l'Ici 2010 per un importo di 2.297.147 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X