IL CASO

Colle del duomo di Agrigento a rischio frana, nuovo appello

AGRIGENTO. «Il '66 (anno della frana che devastò Agrigento ndr.) non è molto lontano. Può accadere di nuovo. Qui si sta scherzando con delle responsabilità pesanti. Serve un sussulto di dignità, è due anni che si gioca a rimpiattino da una parte all'altra dal campo. I soldi ci sono. È l'azione dell'uomo che manca».

È con indignazione che, ieri mattina, all'interno della cattedrale di San Gerlando che è chiusa da 6 anni e 7 mesi, il sindaco Lillo Firetto e l'arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, hanno lanciato l'ennesimo accorato appello. Se il pericolo frana dovesse divenire imminente ci sono, del resto, - secondo il censimento realizzato dal Comune - 34 famiglie, per complessivi 80 agrigentini, e 21 attività commerciali a rischio sgombero.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X