AMBIENTE

Frantoi al lavoro, nei fiumi agrigentini tracce d’inquinamento

di

AGRIGENTO. Nel 2015 l’inquinamento del fiume Magazzolo è diventato un caso nazionale che ha mobilitato pure la troupe delle Iene con Giulio Golia, lo scorso anno, con una campagna olearia molto povera, non c’è stata nessuna segnalazione, mentre quest’anno i riflettori si stanno accendendo ed è ancora MareaAmico, con Claudio Lombardo, a mettersi in prima linea.

«C’è già una colorazione scura del fiume – dice Lombardo – che ho notato. Non siamo ancora arrivati al mare, ma io ho già fatto tutte le segnalazioni del caso». Lombardo si è rivolto ai carabinieri del Noe, ma anche all’Arpa ed ha trasmesso un esposto pure alla Procura della Repubblica di Agrigento. Le zone attenzionate, infatti, sono quelle che riguardano i fiumi Magazzolo e Naro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X