MEMORIA

L'ufficio di Livatino ad Agrigento diventa un museo

AGRIGENTO. Diventa un museo l'ufficio del giudice Rosario Livatino ad Agrigento, la stanza dalla quale condusse la sua guerra alla mafia fino a quando fu ucciso il 21 settembre del 1990. All'ingresso dell’ex palazzo del Tribunale in piazza Gallo è stata posta una lapide e la stanza è aperta alle visite degli studenti e dei cittadini, come riporta il Giornale di Sicilia.

A inaugurare la «Stanza della Memoria» è stata la sottosegretaria alla presidenza Maria Elena Boschi, che ha anche partecipato ad un momento commemorativo tenutosi nella sala dell’ex Collegio dei Filippini.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X