COPPA ITALIA

Il Catania dilaga contro l'Akragas: 6-0 e turno superato

CATANIA. Il Catania passa il turno di Coppa Italia a spese dell'Akragas, travolgendolo con un tennistico 6-0. Un risultato che comunque non dà meriti all'Akragas che invece aveva iniziato la partita col piede giusto, capace di tener testa ai rossoazzurri.

La svolta al 28' quando Mileto ferma con la mano un tiro a rete di Aya: agrigentini in 10 per tutto il resto della partita e subito una doppietta di Riva in mezz'ora hanno cambiato il corso della gara. Non mancano i meriti della squadra di Lucarelli, concentrata e capace di finalizzare il gioco prodotto.

Un risultato che poteva essere ancora più pesante per la squadra di Di Napoli: con due pali colpiti e il rigore sbagliato da Mazzarani. Il 6-0 finale vede quindi le firme di Ripa al 21’ e al 29', Zé Turbo Correia al 28', al 71' Rossetti, al 78' Tedeschi e al 88' Mazzarani.

“Siamo molto dispiaciuti per la società e per i nostri tifosi - ha detto al termine della partita contro il Catania di Coppa Italia, il tecnico Raffaele Di Napoli - Mi dispiace anche personalmente la sconfitta contro il Catania. Chiediamo pubblicamente scusa a tutti i nostri tifosi. Il punteggio finale è mortificante per i colori biancoazzurri ma abbiamo affrontato un’ottima squadra, con un organico di gran lunga superiore al nostro. Aver giocato tanto tempo in inferiorità numerica ha sicuramente influito sul punteggio finale. Chi è sceso in campo ha dato il massimo, ma non è bastato per fermare il Catania. Siamo tristi e amareggiati, ma già da stanotte dobbiamo rialzare la testa e guardare avanti. La Coppa Italia è servita per migliorare la condizione atletica della squadra, ma anche per provare schemi e uomini da adattare al Campionato, che è e rimane il nostro principale obiettivo. Vogliamo disputare una grande stagione e regalare la terza salvezza di fila ai tifosi del Gigante. Il nostro obiettivo da adesso in avanti sarà sbagliare meno possibile e per farlo abbiamo necessariamente bisogno anche del sostegno dei nostri tifosi. Vi chiediamo di aver pazienza e starci vicino. Siamo tosti e questa sconfitta ci darà la spinta necessaria per fare meglio le prossime partite. Andremo avanti con tanta grinta e reagendo nel migliore dei modi per ottenere buoni risultati e portare avanti il progetto della squadra e della società, ovvero la valorizzazione dei giovani e la permanenza nel calcio professionistico. La società ha operato sul mercato come meglio poteva fare, consapevoli di un budget molto ristretto, com’era a conoscenza di tutti. Ciò nonostante lotteremo per raggiungere la salvezza perché non sono le partite come quelle di questa sera che contano per noi, ma quella di sabato con il Rende dove cercheremo di vincerla a tutti i costi. Sapevamo tutti già prima dell'iscrizione al campionato le difficoltà che avremmo incontrato ed abbiamo accettato di buon grado pur di partecipare al torneo di serie C. Gli sforzi che sta facendo la società per mantenere la categoria sono enormi. La proprietà va elogiata e serve stare tutti uniti per raggiungere la salvezza, altrimenti tutto diventa più difficile”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X