LA POLEMICA

Da Sciacca a Catania, il lungo viaggio verso la discarica: e i costi aumentano

di

SCIACCA. I rifiuti di Sciacca saranno conferiti a Catania, in un impianto che si trova a oltre 300 chilometri dal centro termale e con aggravio dei costi riguardanti il trasporto. Ma era questa l’unica soluzione possibile che è stata comunicata ieri mattina dopo che il sindaco, Francesca Valenti, ha riunito amministratori e tecnici in municipio.

Il provvedimento si è reso necessario a causa della chiusura della discarica di Sciacca per un guasto al tritovagliatore. L’impianto dovrebbe essere riparato entro venerdì prossimo e dunque il disagio riguarderà soltanto pochi giorni. Ieri mattina la raccolta dei rifiuti è stata effettuata, oggi verranno svuotati soltanto i cassonetti del centro storico, ma l’immondizia rimarrà sugli autocompattatori. Soltanto domani, infatti, è atteso il via libera al trasferimento a Catania con la definizione di tutto l’iter burocratico. Il sindaco, Francesca Valenti, ha comunicato ieri che la ditta che svolge il servizio di raccolta dei rifiuti “è stata inoltre invitata ad effettuare con urgenza il lavaggio dei cassonetti e delle aree circostanti”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X