LA POLEMICA

Nicolini: impossibile chiudere il centro per migranti di Lampedusa

di
lampedusa centro migranti, Giusi Nicolini, Agrigento, Politica
Giusi Nicolini

LAMPEDUSA. «Non è con le minacce che si ottiene qualcosa, ma il sindaco di Lampedusa sa fare il sobillatore ed anche questa volta non si è smentito».

Giusi Nicolini, smessi i panni di sindaco di Lampedusa e Linosa, adesso inserita a pieno titolo nella segreteria nazionale del Partito democratico e stretta collaboratrice di Matteo Renzi, non sotterra l’ascia di guerra con il suo successore, Totò Martello, che ha vinto le elezioni nel giugno scorso.

Terreno di scontro le affermazioni del neo sindaco Martello, che era già stato a capo dell’amministrazione comunale delle isole Pelagie per 10 anni dal 1993 al 2002, che ha «minacciato» di far chiudere il centro di accoglienza per migranti di contrada Imbriacola, a Lampedusa, se il governo Gentiloni non farà un passo indietro sullo sgravio delle tasse che, finora, è stato riconosciuto ai lampedusani.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X