DECISO DAL MIUR

Assegnazioni nelle scuole, precedenza agli insegnanti che assistono disabili

AGRIGENTO. Per anni ed anni sono state poste davanti ad una scelta terribile: assistere il figlio disabile grave o abbandonarlo, «consegnandolo» nelle «mani» di altri, per il bisogno di andare a lavorare in una scuola situata a centinaia di chilometri di distanza dal luogo di residenza. Adesso, invece, il primo passo verso la vittoria della battaglia è stato mosso.

Le mamme che assistono i figli con disabilità grave saranno assegnate - per l'anno scolastico 2017-2018, in sede di assegnazione provvisoria - nelle scuole che si trovano nello stesso Comune che è sede di residenza ed assistenza del figlio, anche se la scuola è in soprannumero.

Lo ha stabilito la dichiarazione congiunta allegata alla pre-intesa per il rinnovo del contratto sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie di tutto il personale della scuola, sottoscritta tra il ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali della Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snalsconfsal, Gilda Unams. Nell'Agrigentino sono circa 30 i lavoratori interessati.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook