IL REPORT

Tante opere incompiute nell'Agrigentino, la Cgil: "Rilanciare l'edilizia"

di

AGRIGENTO. Rilanciare il settore dei lavori pubblici e favorire gli interventi privati per «ossigenare» il settore dell’edilizia che oggi sta vivendo un periodo di forte crisi. È la ricetta della Cgil che tramite il segretario provinciale, Massimo Raso, lancia un assist ai politici per mettere in atto delle azioni che possano dare respiro al comparto.

«Nei giorni scorsi il segretario Regionale della Fillea Cgil Sicilia, Franco Tarantino – dice Raso - rilanciava il tema delle incompiute in Sicilia e del mancato avvio delle opere previste nel patto per la Sicilia». All’interno di questo elenco alcune opere incompiute sono nella nostra provincia ed interessano i Comuni di Agrigento, Aragona, Calamonaci, Racalmuto. Questo elenco, a mio avviso non è esaustivo dell’insieme delle opere incompiute della nostra provincia, vanno aggiunte le opere inserite nel Patto per la Sicilia, capire cosa succede nei Comuni in relazione alle opere inserite nei piani triennali».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook