COMUNE

Si riduce la spesa per la cura dei randagi a Sciacca

di

SCIACCA. La spesa per la custodia e il mantenimento dei cani randagi si è ridotta, al Comune di Sciacca, da oltre 400 mila euro a poco meno di 300 mila all’anno, ma è ancora tanto per le casse comunali e l’assessore alla Polizia municipale, Paolo Mandracchia, ha avviato incontri con le associazioni ambientaliste per trovare nuove soluzioni.

L’amministrazione punta da un lato ad incentivare le adozioni, che hanno già dato risultati importanti con molti cani che si trovavano presso la struttura della Multiservice adottati anche da famiglie tedesche oltre che del nord Italia, e dall’altro a creare le condizioni per la realizzazione di un canile comunale che abbatterebbe notevolmente i costi visto che l’amministrazione già dispone, da qualche anno, di dipendenti che effettuano la cattura dei cani randagi. I dipendenti hanno pure effettuato un corso per l’impiego del fucile con anestetico per la cattura dei cani maggiormente aggressivi e che non si riesce ad accalappiacare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X