"GHOST RIDER"

Assenteismo all'ospedale di Ribera, via agli interrogatori: gli indagati non rispondono

di

AGRIGENTO. Gli indagati raggiunti dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nell’ambito dell’indagine antiassentesimo nelle strutture sanitarie di Ribera “Ghost Rider” nell’interrogatorio di garanzia si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Gli interrogatori di garanzia

Hanno deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere, dinanzi al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca, Davide Caico, di 46 anni, consigliere comunale di Ribera, e Felice Milioto, di 51 anni, consigliere di Cianciana.

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere anche i medici Silvana e Serafino Galletta, di 62 e 69 anni, di Ribera; Carmelo Tortorici, di 60 anni, di Ribera; Vincenzo Caternicchia, di 57 anni, di Ribera. Un settimo indagato con la stessa misura, Giovanni Marù, di 66 anni, di Gela, ma residente a Ribera, si trova al nord e sarà interrogato, per rogatoria, entro sabato 15 luglio, da un giudice del Tribunale di La Spezia. Caico e Silvana e Serafino Galletta sono difesi dall’avvocato Giovanni Vaccaro che, assieme all’avvocato Giovanni D’Azzo, difende anche Carmelo Tortorici. Felice Milioto è assistito dall’avvocato Rudy Maira e Vincenzo Caternicchia dall’avvocato Matteo Ruvolo. L’avvocato Antonino Tornambè assiste Giovanni Marù.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X