LA STORIA

Il piccolo Michele da Licata a Roma per essere curato, ora c'è uno spiraglio

di
malattia rara, policlinico palermo, Agrigento, Cronaca
Ospedale Bambino Gesù Roma

LICATA. Per il piccolo Michele qualcosa si muove. L’appello di Giuseppe e Veronica, i giovanissimi genitori del bambino di Licata, al quale i medici hanno riscontrato una «ipercolesteromia familiare» di tipo omozigote, costretti a far curare il proprio piccolo a Roma, si sono mossi tutti, dall’Asp alla politica.

Per quanto riguarda l’aspetto medico, ieri mattina il direttore del distretto sanitario di Licata, Ercole Marchica è stato a Palermo, negli uffici dell’assessorato ed ha chiesto di mettersi in contatto con il dottor Maurizio Averna, che opera al Policlinico. Pare che sia lui l’uomo della speranza, perché dal dottor Averna potrà arrivare una sorta di soluzione al problema. Già lunedì, la mamma di Michele, la giovanissima Veronica si è messa in contatto con il medico palermitano (il cui nome è stato suggerito in un commento all’articolo sul caso del piccolo Michele pubblicato sul nostro sito www.gds.it) ed il dottor Averna ha dato appuntamento ai genitori per lunedì prossimo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X