ULTIMA DOMENICA

Ad Agrigento è il giorno della grande festa di San Calò

di

AGRIGENTO. Oggi è il giorno più lungo della festa di «Sancalò». Siamo oramai all’epilogo, dopo 10 giorni di manifestazioni, ed il santo più amato della città si concederà all’ultimo abbraccio dei suoi devoti, secondo un rituale pittoresco, colorito, caotico, unico nell’ambito di una festa religiosa.

L’appuntamento «clou» è alle ore 13, quando la statua di San Calogero, farà la sua apparizione sul sagrato. E questa volta la benedizione «saltata» domenica scorsa per il rifiuto dei portatori di scendere dalla «vara», ci sarà. I primi a scalare la statua già dentro il santuario, per un privilegio ereditato, saranno i portatori che, assieme ai «tammurinara» rappresentano, per tradizione popolare, uno dei tasselli più importanti e spettacolari della festa. Sono loro, a turno, durante tutto il tragitto, che si alterneranno sotto le assi del fercolo per portare a spalla la pesante «vara». L’itinerario della seconda domenica di luglio prevede l’attraversamento di via Atenea e via Garibaldi con arrivo al santuario dell’Addolorata.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X