A SAN LEONE

Mare mosso e vento forte, fine settimana di salvataggi in provincia di Agrigento

AGRIGENTO. Il forte vento di Maestrale, ieri, ha fatto avanzare il mare costringendo i titolari degli stabilimenti balneari di San Leone a ritirare ombrelloni, sedie sdraio e recinti. Ma il vento ed il mare mosso ha messo in pericolo ed a rischio anche più bagnanti. Il tutto, mentre proprio a San Leone, frazione balneare di Agrigento, non è stato dato ancora il via al servizio - obbligatorio per legge - di monitoraggio e salvataggio dei bagnanti in difficoltà. Di fatto, gli unici bay-watch presenti sono quelli privati, ossia in servizio negli stabilimenti balneari.

Già sabato, una donna ha rischiato di essere travolta dalle onde. Ed a salvarla è stato proprio il bagnino di uno stabilimento che si trova sulla spiaggia della seconda traversa del viale Delle Dune. La donna, a quanto pare, nonostante il forte vento e l'acqua agitata, ha deciso di fare ugualmente il bagno. Non è riuscita, poi, nonostante i tentativi, a rientrare sull'arenile ed è finita oltre gli scogli. Il bagnino, usando anche una tavola di surf, è riuscito, per fortuna, a portarla in salvo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X