LA STORIA

Visite e relazioni con la gente, da Agrigento nuovo modello di turismo

di
turismo relazionale, Agrigento, Economia
Pierfilippo Spoto al centro

AGRIGENTO. Ha lasciato la sua professione di operatore finanziario di una multinazionale per dedicarsi allo sviluppo di un brand «Il turismo relazionale». Lui non porta i turisti solo a vedere i templi o la Scala dei Turchi. Ai visitatori che arrivano da tutto il mondo offre un'esperienza di vita siciliana e anche di lavoro siciliano.

Li porta a preparare il pane in un vero panificio facendoglielo poi anche infornare, li porta in un pastificio a fare cavatelli fianco al fianco con i titolari, li porta a mungere le pecore e a fare la ricotta. Più che una vacanza per i turisti è un viaggio alla scoperta di cose e mestieri che nelle loro terre di origine sono quasi totalmente scomparsi.

Ad Agrigento e nei Monti Sicani, Pierfilippo Spoto, laureato in scienze bancarie ed escursionista, mette in contatto chi arriva in Sicilia con chi ci vive, facendo diventare quest’ultimo protagonista. Adesso questo modello sarà esportato in Italia grazie alla Cna nazionale e al presidente Sergio Silvestrini.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X