SANITA'

Morbillo ad Agrigento, l'allarme dell'Asp: "In pochi fanno il vaccino"

agrigento, asp, sanità, Agrigento, Cronaca

AGRIGENTO. «Nell'Agrigentino, la copertura vaccinale - per la prima dose - è dell'88 per cento. Si tratta dei nati degli ultimi anni. Per le seconde dosi, la copertura è del 70 per cento, quindi vi è un numero di suscettibili abbastanza elevato».

Lo scrive il direttore del servizio di Epidemiologia dell'Asp Gaetano Geraci. Secondo l'azienda sanitaria provinciale è, dunque, necessario aumentare la copertura vaccinale. L'allarme morbillo, purtroppo, riecheggia anche nell'Agrigentino. E prima che si possa arrivare a delle vere e proprie epidemie, è necessario prevenire con la vaccinazione.

«Nel 2016 si sono registrati 13 casi di morbillo, si è trattato di casi riguardanti residenti del distretto di Sciacca - viene spiegato - . Di cui 12 registrati come facenti parte di un focolaio epidemico, mentre quest'anno abbiamo già due casi confermati di soggetti che hanno un'età compresa fra 25 e 35 anni».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Agrigento: i più cliccati