Campobello di Licata, 3 candidati a sindaco e... famiglie divise

di

CAMPOBELLO DI LICATA. Nessuna sorpresa a Campobello di Licata. Confermate le  indiscrezioni della vigilia per le elezioni amministrative del prossimo 11 giugno.

Sono tre i candidati a sindaco che si sfideranno all’ultimo voto. Si tratta dell’uscente Giovanni Picone, che si ricandida con la lista Pd – Uniti per Campobello di Licata ed ha indicato come assessori Giacomo Gatì (imprenditore agricolo ed ex segretario locale del Pd) e l’infermiera Maria Angela Intorre. A sfidarlo: Giovanni Gibella, proposto dalla civica Insieme si può che ha designato come assessori Gaetano Ragusa, consigliere comunale ed ex segretario provinciale Socialista e  l’ex presidente del consiglio comunale, il medico Giovanni Corallo. Infine il candidato del movimento Cinque stelle Giuseppe Sicilia che ha indicato come assessori Grazia Terranova e l’architetto Giovanni Intorre.

Curiosità di queste elezioni: Giacomo Gatì esponente Pd - designato assessore di Gianni Picone è il padre di Vito Gatì, candidato consigliere nella lista del Movimento Cinque stelle. Quando le elezioni spaccano le famiglie. I primi ad ufficializzare la lista sono stati gli esponenti del movimento Cinque stelle che hanno depositato la documentazione relativa al candidato sindaco Giuseppe Sicilia ed agli aspiranti consiglieri comunali già ieri mattina. La lista è stata presentata dal dirigente scolastico Michele Di Pasquali che in un primo momento era indicato come probabile candidato sindaco. Invece, la scelta del meetup campobellese è caduta su Giuseppe Sicilia. Stamattina invece sono state completate le operazioni con la presentazione di liste e candidature di Picone e Gibella.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook