PORTO NUOVO

Dopo il marrobbio a Lampedusa via al recupero dei pescherecci affondati

AGRIGENTO. È soltanto una questione di ore. Se non direttamente oggi, si inizierà domani a cercare di far riemergere i pescherecci e le imbarcazioni da diporto affondate. Ma si tenterà, naturalmente, anche di recuperare i pontili galleggianti divelti che vagano in tutta l'area portuale e pure fuori.

Con una apposita impresa, nelle prossime ore, si comincerà a cercare di far fronte alla devastazione creata al Porto Nuovo dal fenomeno naturale del marrobbio.

La giunta comunale ha, intanto, deliberato la richiesta - alla Regione - di dichiarazione dello stato di emergenza.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X