DRAMMA DEI PESCATORI

Pescherecci affondati a Lampedusa, Crocetta: "Stato di emergenza"

Lampedusa, marrobbio, pescherecci, Agrigento, Cronaca
Rosario Crocetta

LAMPEDUSA. «Ho disposto che la Protezione civile regionale intervenga subito a supporto dell’isola. Al sindaco Nicolini è stato chiesto di quantificare i danni e poi dichiareremo lo stato di emergenza». Lo dice il presidente della Regione, Rosario Crocetta, commentando l'affondamento delle imbarcazioni a causa del marrobbio a Lampedusa.

«La Regione - ha aggiunto - può intervenire in due modi: nella collegata alla Finanziaria presenterà un emendamento per finanziare i danni alle strutture pubbliche e poi occorrerà una legge per risarcire i pescatori. Sarà, dunque, presentato un disegno di legge, da far approvare al parlamento siciliano, per i danni ai pescatori».

La Protezione civile regionale ha già disposto la trasferta di due funzionari a Lampedusa. «La loro presenza - osserva il sindaco Giusi Nicolini - sosterrà l’amministrazione comunale e l'autorità marittima nella mappatura e quantificazione del danno».

«Posso fare qualcosa? Di cosa avete bisogno?». E’ questo il contenuto della telefonata fatta dall’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, al sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini. Don Franco, da sempre vicino a Lampedusa, attraverso il sindaco, ha mandato «un forte abbraccio a tutti i pescatori». A Montenegro, la Nicolini ha chiesto di «sostenere le richieste di aiuto dell’isola».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook