COMUNE

Burgio, soldi a fondo perduto per chi vuole aprire un negozio

di

BURGIO. Vito Miceli ha aperto una parruccheria, Davide Pendola una macelleria, Paolo Carlino una salumeria, Fabio Giovenco un panificio e Federico Palermo un’attività commerciale per la vendita di bevande all’ingrosso. Sono tutti giovani di Burgio e il Comune, nell’ambito del progetto «Fiducia ai giovani», ha assegnato, a ognuno di loro, mille euro a fondo perduto. Un’iniziativa che il sindaco, Vito Ferrantelli, ha voluto far conoscere anche attraverso manifesti murali in paese.

«Uno stimolo ai ragazzi a mettersi in gioco, a scommettere su qualcosa per il loro futuro», aggiunge il sindaco. E ci sarà un seguito. Nel bilancio di previsione, infatti, è stata inserita una somma maggiore, 10 mila euro, che sarà destinata alle nuove attività che verranno avviate dai giovani di Burgio nel 2017.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook