IL CASO

Terme di Sciacca chiuse, il sindaco si difende e accusa la Regione

di

SCIACCA. Il sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola, accusa la Regione Siciliana di essere “responsabile del disastro provocato dalla chiusura delle Terme: economico, occupazionale e d’immagine”, ma da Palermo ormai è tutto pronto per il trasferimento delle piscine dei Molinelli e il pagamento, da parte della Regione, di 3 milioni di euro, che consentiranno al liquidatore di pagare i debiti con i privati.

Di Paola ha annunciato che sta lavorando a un dossier sull’attività che il Comune, negli ultimi anni, ha prodotto sulle Terme. «Speravo che la mia dichiarazione di non ricandidatura, potesse sgombrare il campo da facili slogan da campagna elettorale – afferma Di Paola - e dalla leggenda metropolitana della ‘letterina’, che non fanno bene alla città. Mi sbagliavo».

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook