TURISMO

Racalmuto aderisce al distretto «Valle dei Templi»

distretto valle dei templi, turismo, Valle dei Templi, Agrigento, Economia
Racalmuto, fonte Wikimedia

AGRIGENTO.  Il consiglio comunale ha deliberato. E lo ha fatto all'unanimità. Racalmuto può aderire al distretto turistico territoriale Valle dei Templi. L'idea è stata portata avanti dall'agenzia immobiliare Penzillo in collaborazione con Lillo Sardo.

«Fin dal nostro insediamento - ha dichiarato il sindaco Emilio Messana - abbiamo collaborato con il Distretto turistico Valle dei Templi, coinvolgendo anche la fondazione Sciascia. Abbiamo organizzato insieme, nel 2014, le iniziative inaugurali del progetto "La Strada degli Scrittori", la scorsa estate con il distretto abbiamo organizzato, a Racalmuto, diverse iniziative, come il dibattito in piazza sul tema delle feste religiose. Con l'impegno dell'assessore alla Cultura Salvatore Picone, continuiamo a partecipare agli incontri con i Comuni del distretto per contribuire a rafforzare il programma delle iniziative turistico e culturali in vista dell'anniversario dei 150 anni di Luigi Pirandello. Adesso - ha aggiunto Messana - chiederemo alla Regione di dare corso alla nostra adesione».

Il distretto turistico, per Racalmuto, rappresenta un importante strumento per sviluppare una politica del turismo che valorizzi il territorio e persegua le finalità di sostenere attività e processi di aggregazione tra le imprese turistiche. Tramite il distretto turistico si può, del resto, accedere ai contratti di sviluppo che consentono, agli imprenditori ed ai proprietari di immobili, di avvalersi degli incentivi a fondo perduto previsti dal ministero dello Sviluppo economico ed affidati per la valutazione all'agenzia "Invitalia".

«Racalmuto, con il suo patrimonio culturale e paesaggistico, è in prima fila nei processi di valorizzazione del nostro territorio che, per essere competitivi e sviluppare forza attrattiva, devono comporsi in un'offerta turistica ricca e variegata che solo la cooperazione intelligente e organizzata tra Comuni può avviare - prosegue il sindaco - . Racalmuto fa parte del distretto turistico promosso dalla Propiter, la società che è nata attorno al Gal Sicilia centro meridionale. La commissione straordinaria deliberò il recesso e la dismissione della partecipazione e successivamente la società è stata posta in liquidazione. La liquidazione è ancora in corso e per dare stabilità agli investimenti e alle sinergie che siamo riusciti a creare con il distretto turistico Valle dei Templi, abbiamo deciso di accelerare proponendo al Consiglio, nell'attesa che si chiuda la liquidazione, di confermare la dismissione dal distretto turistico della Propiter. Il nostro impegno è di collegare il territorio a tutte le iniziative che posso determinare sviluppo economico e sociale, grazie a questo importante lavoro di promozione e di relazioni la nostra comunità ha riacquistato consapevolezza del proprio ruolo e delle proprie potenzialità, come testimoniano le innumerevoli iniziative portate avanti dalle associazioni e da ultimo la mobilitazione dei nostri imprenditori e dei professionisti locali in direzione di un progetto integrato di accoglienza turistica, che possa beneficiare del sostegno di contributi pubblici a fondo perduto».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook