TEATRO

Il dramma delle braccianti romene va in scena a Sambuca

AGRIGENTO. Il dramma dello sfruttamento delle donne romene nelle campagne del ragusano va in scena sabato 18 marzo, alle ore 20:30, al Teatro l’Idea di Sambuca di Sicilia, con lo spettacolo "Seră biserică"  di Giacomo Guarneri, diretto dallo stesso Guarneri e Marcella Vaccarino. Un progetto teatrale a cura di Santa Briganti con Simona Malato, Rosario Palazzolo, Chiara Muscato e Marcella Vaccarino.
È estate, quando due donne romene, Alina e Nicoleta iniziano a lavorare per l’azienda a conduzione familiare di Zio. Producono pomodori in un podere isolato nelle campagne, recintato e inaccessibile. Non ci sono occhi, non ci sono testimoni per raccontare la brama di un uomo che vorrebbe «un poco di amore» e che riversa le sue morbose attenzioni verso le due donne, una idealista, l’altra più pragmatica.

L’incontro di tre diverse solitudini genera una dimensione claustrofobica, dove il ricatto più o meno esplicito genera rifiuto e consenso, sacrificio o abuso, intimidazioni, rimorsi. S'innesca un processo di reazioni a catena. Ogni personaggio ha le sue ragioni, il suo passato che riaffiora e una disperazione che somiglia ora all’amore ora alla morte.
Un testo di forte spessore drammaturgico che incornicia l'umanità con tutte le sue sfaccettature, ruotando attorno al potere esercitato dallo «zio» su queste donne abbandonate in mezzo al nulla delle campagne e abusate, sfruttate e vessate da un’imprenditore agricolo che gestisce il bisogno e la fame di lavoro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X