COMUNE

Agrigento, potenziamento della differenziata: consegnati gli scarrabili

AGRIGENTO. Sono stati consegnati gli scarrabili necessari per potenziare la raccolta differenziata presso l'isola ecologica di piazzale Ugo La Malfa. Si tratta di un piccolo impianto che in questi mesi ha rappresentato un'importante valvola di sfogo per tutte quelle famiglie agrigentine che, nonostante il ritardo nella partenza della raccolta porta a porta, hanno comunque deciso di fare la differenziata portando di propria iniziativa le materie separate alla piattaforma.

"É bene ricordare -. dice l'assessore Mimmo Fontana - che il ritardo che la nostra città sconta rispetto all'avvio di una seria raccolta differenziata, è dovuto al fatto che il servizio attuale dipende ancora dal bando predisposto durante la gestione commissariale che non la prevedeva, bando che scadrà il 22 luglio prossimo. L'acquisto degli scarrabili consentirà a partire dai prossimi giorni, di raccogliere e conferire anche la frazione umida, non solo quindi gli imballaggi (plastica, vetro, alluminio, carta), raddoppiando così le potenzialità dell'impianto. Purtroppo duole denunciare che, a poche ore dal loro posizionamento, gli scarrabili sono già stati vandalizzati con un tentativo di furto dei quadri elettrici".

"Se vogliamo davvero cambiare la nostra città, - dichiara il sindaco Lillo Firetto - è indispensabile un sussulto di civiltà, una vera e propria rivolta sociale che metta all'angolo i criminali che con le loro azioni ne frenano la rinascita. Sono quelli che continuano a vandalizzare l'arredo urbano, quelli che scaricano rifiuti speciali e speciali pericolosi nelle aree verdi e lungo le strade, piuttosto che quelli che solo due settimane fa hanno rubato i bagni prefabbricati dall'isola ecologica di Fontanelle. Pur lavorando al rafforzamento dei controlli, è impensabile che la città venga invasa di telecamere, piuttosto che venga assegnato un vigile urbano a ogni cittadino. È la comunità agrigentina che deve reagire, comprendendo che denunciare qualunque comportamento illecito, anche il più banale fino a oggi tollerato, è, non solo un dovere civico, ma risponde all'interesse collettivo. Solo così - conclude il sindaco Firetto - potremo recuperare la bellezza perduta di questa città".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X