LEGA PRO

Akragas, a Catanzaro non si cambia

di

AGRIGENTO. Fiducia agli artefici della storica vittoria contro il Catania. Tutti gli indizi, per la sfida di questo pomeriggio dell’Akragas sul campo di Catanzaro, portano alla conferma quasi integrale della formazione che ha battuto gli etnei sancendo, di fatto, anche il clamoroso esonero di Pino Rigoli, ex rimpianto in estate dopo il suo trasferimento sulla panchina catanese.

L’unica variante rispetto alla gara di sei giorni fa potrebbe essere l’utilizzo dal primo minuto di Cocuzza al posto di Cochis.

Per il resto non dovrebbe cambiare neppure il modulo. Il 3-4-1-2 che a tratti diventa 3-5-2 con Palmiero che si abbassa e va a fare il classico interno di centrocampo sembra convincere anche con i nuovi automatismi che sembrano già collaudati pure con l’ultimo arrivato Bramati.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook