POLIZIA

Droga a Porto Empedocle, in cella due rifugiati ghanesi

PORTO EMPEDOCLE. Spaccio di droga e furti, o tentati colpi, in abitazione. Sono le emergenze sociali - quelle che toccano più da vicino i cittadini - più diffuse. La polizia di Stato ha, nelle ultime ore, messo a segno due arresti per l'ipotesi di reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Ma ha anche, di fatto, evitato - a Marinella - che venisse razziata l'ennesima residenza estiva. Due i romeni che sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento. Ma non è finita visto che le indagini sono ancora in corso. Si cercano, infatti, almeno altre due persone, che sono riuscite a scappare, una delle quali, però, è stata già identificata. Determinante, affinché i poliziotti del commissariato "Frontiera" intervenissero immediatamente e dunque bloccassero i malviventi, la telefonata - vera e concreta collaborazione - da parte di un empedoclino che ha notato un'autovettura sospetta, aggirarsi in maniera altrettanto sospetto.

Ad effettuare l'arresto di due ghanesi ventenni è stata, invece, la sezione Antidroga della Squadra Mobile che da tempo ha avviato serrati controlli per la prevenzione e repressione dello spaccio. Già durante il mese, i poliziotti hanno, infatti, realizzato 17 perquisizioni che hanno portato al sequestro di 200 grammi di hashish.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X