POLIZIA

"Gli deve dei soldi ma lo prende a sprangate", denunciato a Porto Empedocle

PORTO EMPEDOCLE. Avrebbero dovuto incontrarsi per discutere di un debito da onorare. Da una parte, il creditore che reclamava il pagamento di poco meno di mille euro. Dall'altra, il debitore. Ma - stando alle ricostruzioni della polizia di Stato - la discussione sul debito da onorare s'è fermata ben presto. Forse non è nemmeno iniziata.

Perché il quarantaseienne empedoclino, colui che secondo la vittima avrebbe dovuto estinguere il dovuto, si sarebbe presentato all'appuntamento - in via Roma, a Porto Empedocle - "armato" di un tubo di ferro lungo 75 centimetri. Tubo che avrebbe usato per colpire il sessantanovenne: il creditore.

L'anziano è finito per terra, in una pozza di sangue. Qualcuno se ne è accorto ed ha lanciato l'Sos, chiamando sia una autoambulanza del 118 che la polizia di Stato. I poliziotti del commissariato "Frontiera", domenica pomeriggio, si sono precipitati in via Roma. Il sessantanovenne è stato portato al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook