COMUNE

Licata, slitta ancora la discussione sul bilancio

di

LICATA. Slitta al 28 febbraio la discussione sul Bilancio di previsione 2016 e sugli atti propedeutici, quali alienazione dei beni e piano triennale delle opere pubbliche. La decisione, su proposta avanzata dal consigliere Giuseppe Russotto durante la trattazione del punto relativo all'approvazione del Piano delle Alienazioni e valorizzazioni immobiliari per il triennio 2016/2018, è stata adotta dal Consiglio comunale, a maggioranza dei consiglieri presenti in aula, con 16 voti a favore, 3 astenuti e 7 contrari). Ma ancora prima di pervenire al rinvio dei lavori, il Consiglio comunale, all'unanimità, con 27 voti a favore, ha approvato il secondo punto all'ordine del giorno, relativo all'adozione dei «Criteri in materia di prevenzione della corruzione ed in materia di trasparenza».

Una sorta di braccio di ferro dunque tra l’opposizione consiliare ed il sindaco Cambiano. Quello di ieri sera era infatti il quarto appello per approvare lo strumento finanziario. Il sindaco Angelo Cambiano ha dichiarato: «Ai cittadini non interessano le beghe di palazzo, bensì la soluzione ai problemi. Non presentarsi o rinviare è un’offesa ed una mortificazione per tutte le istituzioni.

Necessita un'assunzione di responsabilità da parte di alcuni Consiglieri comunali interessati più a sapere se il sindaco va a casa se votano il bilancio che discutere nel merito». Intanto a seguito dei disagi derivati dal mancato conferimento dei rifiuti presso la discarica di Siculiana, il sindaco Angelo Cambiano, ha emesso un'ordinanza urgente con la quale ordina alla Dedalo ambiente di mettere, immediatamente, a disposizione del Comune il Centro di Conferimento Rifiuti – di Piano Bugiades, dove conferire i rifiuti raccolti in centro. Con la disponibilità del Ccr la Dedalo deve consentire ogni operazione necessaria di movimentazione e trasferimento dei rifiuti, siano indifferenziati che differenziati, anche con deposito sulla pavimentazione in battuto di cemento.

Il tutto per il tempo strettamente necessario alle operazioni di svuotamento dai mezzi di raccolta e caricamento su altri mezzi o attrezzature, per il successivo avvio nella discarica di destinazione, anche oltre il termine massimo di 72 ore. Oltre al Ccr, alla Dedalo ambiente, Cambiano ha chiesto la disponibilità del personale addetto al centro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO L'ARTICOLO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X