ACQUA

Gli invasi si stanno riempiendo, l'irrigazione non è compromessa nell'Agrigentino

di

AGRIGENTO. Nessun problema per l’irrigazione delle campagne. Piogge e nevicate delle ultime settimane stanno facendo aumentare il quantitativo di acqua negli invasi, ma nelle campagna si scontano ancora i problemi causati dai danni del nubifragio del 25 novembre 2016 e della successiva grandinata che ha colpito, in particolare, il versante riberese.

Per quanto riguarda gli invasi, nel Lago Arancio ci sono 24 milioni di metri cubi di acqua, nel Castello poco meno di 13 milioni e nella diga Garcia 40 milioni. “Sono quantitativi destinati ad aumentare in maniera considerevole sia per le ulteriori piogge che arriveranno – dice Giovanni Caruana, dirigente della Cia – che per le nevicate che alimentano pure le falde. Nei fiumi ci sarà acqua fino ad aprile. Il Castello, ad esempio, si attesterà, tra qualche settimana, intorno ai 20 milioni di metri cubi”.

Caruana, però, ricorda che l’agricoltura è stata fortemenete danneggiata dal nubifragio del 25 novembre 2016, in particolare Ribera e altri comuni del versante occidentale della provincia, e che la successiva grandinata ha causato danni anche alla qualità del prodotto agrumicolo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X