POLIZIA

Agrigento, picchia anziana nell’androne per derubarla: preso dopo 10 mesi

AGRIGENTO. Avrebbe usato un escamotage per riuscire ad intrufolarsi nell'androne di un palazzo, con lo scopo di chiedere ad una anziana informazioni sull'ubicazione di alcuni uffici. Ma il suo vero obiettivo era quello di compiere una rapina ai danni di una anziana donna. Per questo l'avrebbe aggredita alle spalle e colpendola con un pugno, senza alcun riguardo, l’avrebbe scaraventata per terra. Con violenza inaudita, dunque, si sarebbe appropriato della borsetta della vittima all'interno della quale c'erano 150 euro, un telefono cellulare e i documenti personali della donna.

Era l'inizio di marzo dello scorso anno quando, in via Imera, ai danni di una pensionata di ottantuno anni, veniva messa a segno la rapina. Venerdì scorso, la polizia ha messo le mani addosso a quello che si ritiene il presunto responsabile del colpo, vale a dire Ettore Annense, 51 anni, agrigentino.

In seguito alla rapina avvenuta in via Imera, lo scorso mese di marzo, sul posto a condurre le prime indagini furono gli agenti della sezione «Volanti» dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura. Gli agenti ricostruirono i fatti e raccolsero la denuncia, contro ignoti, formalizzata dalla donna, una volta ripresasi dallo shock. Apparse subito chiara la ricostruzione dell'accaduto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook