NAUFRAGIO

Mare troppo mosso, ferme le ricerche del marinaio disperso a Lampedusa

LAMPEDUSA. Per il terzo giorno consecutivo, niente da fare. Il maltempo - forti raffiche di vento e mare molto mosso - anche ieri mattina ha impedito il tentativo di immersione dei sub.

I sommozzatori della Guardia costiera di Messina e di Cagliari si sono portati, a bordo delle motovedette della Capitaneria di porto di Lampedusa, fino al luogo - a circa cinque miglia dalla costa - in cui è naufragato il peschereccio "Giacomo Maria".

Ancora una volta, però, l'immersione, per cercare di disincagliare e recuperare il cadavere di Francesco Solina, è stata praticamente annullata proprio a causa delle brutte condizioni meteorologiche.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X