TRIBUNALE

Abusò di una giovane, empedoclino condannato

di

PORTO EMPEDOCLE. Sei anni di reclusione per l’accusa di avere abusato per anni della nipote della propria compagna. Sono stati inflitti ieri mattina dai giudici della seconda sezione penale nei confronti di un cinquantenne di Porto Empedocle.

La sentenza è stata emessa dal collegio di giudici presieduto da Giuseppe Miceli con a latere Maria Teresa Moretti e Francesco Gallegra che hanno anche stabilito una provvisionale, vale a dire un anticipo del risarcimento del danno, immediatamente esecutivo, nei confronti della vittima che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Serena Gramaglia.

La sentenza di primo grado arriva meno di tre anni dopo l’arresto, eseguito dalla squadra mobile il 17 aprile del 2014, al termine di una breve indagine della polizia che raccolse la denuncia della madre della presunta vittima che, a sua volta, in passato sarebbe stata vittima del proprio compagno che l’avrebbe più volte picchiata e per questo fu pure condannato.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X