IL CASO

Bivona, caccia a chi avvelena i cani: già 10 animali uccisi

Bivona, cani avvelenati, randagi, Agrigento, Cronaca
Giovanni Panepinto

BIVONA. Cani avvelenati. A Bivona nelle ultime 48 ore non si parla d'altro. I cittadini sono arrabbiati, in alcuni casi furiosi. Molti parlano di una decina di animali - sia randagi, sia appartenenti a dei privati - che sono stati avvelenati. Qualcuno ha anche scattato delle fotografie o fatto dei video. Un vero e proprio dossier per documentare la barbarie che è in atto a Bivona.

Il sindaco Giovanni Panepinto, ieri, ha formalizzato una denuncia, contro ignoti, alla stazione dei carabinieri. "Al momento - ha spiegato, nel tardo pomeriggio, l'amministratore - ci risultano tre carcasse. Sia i vigili urbani che i carabinieri stanno effettuando un pattugliamento per vedere se si trovano altri cani uccisi o meno".

Ma l'avvelenamento non avrebbe ammazzato soltanto i randagi, ma anche cani che un proprietario ce l'avevano. "Il servizio antirandagismo viene effettuato dall'Unione dei Comuni del Platani Quisquina e Magazzolo - ha spiegato il sindaco di Bivona - . Abbiamo avviato, invece, un'operazione di sterilizzazione. Sterilizzare un animale costa però ben 250 euro. Nella nostra comunità, che è una comunità agricola e dunque composta anche di cani, non è però facile da sostenere"

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X