CANI

Licata, randagismo: tre aggressioni in pochi giorni

di

LICATA. I “botti” della notte di capodanno hanno “acuito” il fenomeno del randagismo in città. L’istinto “animale” ha fatto si che per potersi proteggere, i cani si siano uniti in “branco” in diverse zone della città.

Ed impauriti hanno aggredito i passanti e gli anziani che si recavano a buttare la spazzatura nei cassonetti, presidiati dai randagi. Mute di cani che si aggirano per la città e adesso fanno paura. Sono tre gli episodi di aggressione che negli ultimi giorni si sono verificati.

Il primo è avvenuto nel quartiere della Marina, in via Principe di Napoli dove sono state prese di mira due ragazzine che stavano attraversando la strada a bordo di uno scooter. Le due ragazze hanno rischiato di cadere ma grazie alla bravura della conducente sono riuscite a divincolarsi facilmente. Un secondo caso si è registrato in via Timoleonte, vicino alla scuola Quasimodo.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook