centro storico, girgenti, Agrigento, Politica
Calogero Firetto
CENTRO STORICO

Agrigento, Firetto: «16 milioni di euro per il progetto Girgenti»

di

AGRIGENTO. «Per il 2017 tante idee e tanti progetti: uno tra tutti puntare sul lungomare Le Dune, per renderlo moderno e fruibile. Ecco che si può fare di più, i cittadini devono avere più fiducia, ma solo seguendo una linea precisa e coerente si riesce a fare tanto». Lillo Firetto si presenta in municipio con la sua solita verve e la dialettica che lo contraddistingue, per la sua ultima conferenza stampa del 2016. Un “consuntivo” sulle opere completate e da completare.

Il progetto “Girgenti”, la piscina comunale, il protagonismo civico e tanto altro, questi alcuni degli argomenti trattati dal sindaco di Agrigento. «Il Natale? Finalmente in città si può chiamare tale – ha detto Firetto». Il sindaco, ha toccato l’argomento cartellonistica stradale.

«Sono circa 500 cartelloni turistici per 21 Comuni del distretto, Agrigento è il capofila. I consulenti? Non ci sono dei consulenti. E’ tutto nel “blocco dell’appalto”. Il distretto non ha nominato dei consulenti, neanche il Comune». Firetto non nasconde le difficoltà. «Quest’anno, per certi versi, è stato parecchio difficile a causa del deficit finanziario delle casse comunali. E si è molto lavorato sull’ordinario, perché è stato da subito evidente come questa fosse una priorità, un punto di partenza da cui prendere necessariamente le mosse prima di guardare avanti. Ci si è soffermati sulla programmazione: ci sono alcuni obiettivi che sono stati perseguiti e hanno portato ai primi riscontri. Basti pensare al “Patto per il Sud”, con dei finanziamenti certi e non falsi sogni, alcuni dei quali serviranno per la messa in sicurezza della Cattedrale. E poi circa 16 milioni di euro riguardanti il progetto Girgenti, con interventi di riqualificazione urbana che interessano alcune porzioni del centro storico. Si è investito sul recupero sicurezza delle scuole, delle strade e sulla riqualificazione e apertura della piscina comunale a Villaseta, della riapertura di Villa del Sole, e si sta investendo per rilanciare il Cupa, riportando l’università e i giovani all’interno del centro storico».

Il sindaco ha annunciato per il 14 gennaio la riapertura della piscina di Villaseta. Il 2016 è l’anno in cui ad Agrigento è stato scoperto il teatro antico di Akragras, un’ occasione importante non solo dal punto di vista turistico, ma che da valore alla città intera. E poi, grazie anche al ricorrente «protagonismo civico», il Natale, tanto partecipato e condiviso, è stato organizzato come tutte le altre città d’Italia, con mercatini di Natale, villaggio di Babbo Natale, e con un grande atteso concerto di Capodanno. Il 2017, come l’anno che sta per andare via – ha aggiunto il capo della giunta comunale di Agrigento – sarà caratterizzato dalle difficoltà di Bilancio che si riscontrano in tutti gli altri Comuni senza eccezione alcuna, però credo che sarà un anno ricco di progettualità: Girgenti, Agenda urbana, progetto Ravanusella, al progetto del piazzale Giglio, cosiddetto piazzale Aster, salita Madonna degli angeli. Insomma una serie di iniziative che cominciano a concretizzarsi. L’inizio è stato fatto sulla gestione delle emergenze e sul cambio di rotta per il servizio della nettezza urbana. Per cui mi aspetto che dal 2018 e 2019 gli agrigentini possano vedere le bollette più basse senza parlare di licenziamenti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Agrigento: i più cliccati