ABUSIVISMO

Demolizioni a Licata, il sindaco: "Serve un coordinamento regionale"

LICATA. Dopo lo stop per il fine settimana riprende oggi l' attività della ditta che si occupa della demolizione degli immobili abusivi. Nei giorni scorsi ad intervenire sulla questione è stato, nuovamente, il sindaco Angelo Cambiano.Il primo cittadino, così come aveva fatto all' incirca un mese fa, ha scritto di nuovo a Crocetta ed Ardizzone, rispettivamente presidenti della Regione e dell' Assemblea regionale siciliana, tornando a chiedere «un coordinamento regionale per affrontare la questione che non può riguardare solo un città».

Nella missiva indirizzata ai vertici della Regione Siciliana, il primo cittadino di Licata ha ribadito quanto aveva espresso nella missiva precedente. «Valutando quanto accade - aveva scritto Cambiano - sembrerebbe che il problema delle demolizioni nella nostra isola riguardi solo Licata. Sappiamo bene, invece, che è molto diffuso. E' per questa ragione che ho chiesto, finora senza riscontro da parte delle istituzioni, l' istituzione di un coordinamento regionale». Il sindaco ha fatto rilevare che «senza un intervento in tal senso, si continua ad esporre solo un sindaco ed un dirigente dei Lavori Pubblici».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook