COMUNE

Favara, la strada del dissesto è stata tracciata

di

FAVARA. Nel primo giorno di autunno, il consiglio comunale approva il rendiconto di gestione relativo all' esercizio finanziario 2015. Ma non è un' approvazione di routine perché si è accertato un disavanzo di amministrazione di oltre 2 milioni e 800 mila euro che non sarebbe ripianabile con gli attuali strumenti normativi.

Una resa, per altro già annunciata, che anticipa la dichiarazione del dissesto che verrà formalizzata quanto prima con un nuovo passaggio in consiglio comunale, l' organo deputato a mettere nero su bianco sul default del Comune. Il conto consuntivo è passato con 11 voti a favore, quelli dei consiglieri del movimento 5 Stelle, e con esclusione del presidente, anch' esso grillino, che si è astenuto. Hanno votato contro gli esponenti di minoranza Tonino Scalia, Sergio Caramazza, Marilì Chiapparo, Rossana Castronovo e Salvatore Fanara. Al momento del voto, sono usciti dall' aula i consiglieri di opposizione Laura Mossuto, Giuseppe Nobile, Salvatore Giudice, Vito Maglio e Calogero Castro novo, quest' ultimo motivandone le ragioni.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook