foce del platani, moria di pesci, Agrigento, Vita
NELL'AGRIGENTINO

Moria di pesci alla foce del Platani, l'esperto rassicura: il mare gode di ottima salute

di

AGRIGENTO. «Nessun allarmismo sulla moria di pesci alla foce del Platani, da queste parti il mare è in ottima salute».

A dirlo è Fabio Galluzzo, vice presidente nazionale di Marevivo, agrigentino già responsabile regionale per la Sicilia. I volontari dell' associazione ambientalista, nell'ambito delle attività dell' oasi di Eraclea Minoa, ogni estate guidano turisti, naturalisti e amanti della natura alla scoperta di questi luoghi anche con l' escursione in canoa alla foce del Platani, dove in questi giorni sono disseminati sulla battigia centinaia di pesci morti.

Cosa sta succedendo alla foce del Platani, c'è da preoccuparsi?

«Finché non abbiamo i dati degli esami effettuati dall' Arpa non possiamo sapere con certezza cosa sia successo, ma al 90% i pesci, che si trovavano nel fiume, sono morti per cause naturali e non legate all' inquinamento marino. I pesci, con molta probabilità, sono stati soffocati dall' enorme quantità fango trasportato dal fiume in piena che, dopo le prime piogge di settembre, è sfociato a mare con una certa impetuosità, come è accaduto anche negli anni passati. Si tratta di un fenomeno naturale, ma aspettiamo la conferma dal punto di vista scientifico per avere la certezza. In ogni caso, è importante fare, come sta avvenendo in questo caso a più livelli, tutti i controlli necessari a sgomberare il campo da ogni dubbio».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Agrigento: i più cliccati