COMMERCIO

Da Sciacca le sarde siciliane conquistano New York e Sidney

PALERMO. Le sarde e le acciughe della siciliana Agostino Recca conquistano New York e Sidney. Leader
da quattro generazioni nel settore delle acciughe e delle sarde salate, oggi l'azienda è guidata dal nipote Vincenzo.

«Già negli Anni Trenta, mio nonno - racconta al Corriere del Mezzogiorno - aveva un' azienda conserviera con un altro socio. All'epoca si chiamava 'Margiotta-Recca". Subito dopo la sua morte, mio padre Agostino, parti per gli Stati Uniti e ci rimase per quindici anni. Ma il suo cuore era a Sciacca. E cosi, tornò, più carico e deciso di prima e riprese in mano l' attività».

Dal 2008, l'azienda opera a Sciacca nella zona industriale di Santa Maria in uno stabilimento di tremila metri quadri con  15 dipendenti e 40 distributori e importatori europei ed esteri.

Esporta in oltre 20 Paesi nel Mondo, in particolare negli Stati Uniti, dove è presente in tutti i migliori negozi, tra cui Eataly e delicatessen e nelle migliori catene di ristoranti, Canada, Giappone, Russia, Brasile, Australia, Cina, Belgio, Francia, Danimarca, Lussemburgo, Germania, Inghilterra, Irlanda, Korea, Singapore, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Polonia e Guatemala.

Ogni anno vengono trasformate circa 700 tonnellate di pesce fresco, pescato per la maggior parte localmente e all'occorrenza nell'Adriatico. Vengono venduti oltre 2 milioni di pezzi in vasi e lattine, per un fatturato di oltre 5 milioni e 200 mila euro. Prossimo obiettivo: la produzione di filetti di alici marinate che tra qualche mese potranno già essere esportate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook