ABUSIVISMO EDILIZIO

Demolizioni a Licata, le ruspe tornano al lavoro

di

LICATA. Riprenderanno questa settimana le demolizioni degli immobili abusivi a Licata dopo lo stop per il week end. Si tratta, praticamente, dei primi due giorni di riposo da quando è stato aperto il cantiere per abbattere le prime 20 villette realizzate abusivamente sulla costa licatese e per le quali la Procura della Repubblica di Agrigento ha ordinato la demolizione.

Presto, come è già noto, i fabbricati da demolire diventeranno 40. Alle prime 20 case (10 delle quali sono state già demolite) verranno aggiunti altrettanti edifici illegali. Il capo della Procura di Agrigento, Renato Di Natale, e l'aggiunto Ignazio Fonzo, nei giorni scorsi avevano indirizzato una nota al Comune con la quale diffidavano l'ente a demolire altre 20 villette.

Del nuovo elenco stilato dai magistrati agrigentini i tecnici del dipartimento Urbanistica e Lavori Pubblici del Comune, guidati dal dirigente Vincenzo Ortega, hanno già provveduto ad inviare le prime notifiche agli ormai ex proprietari di immobili, che sono stati invitati a liberare le case da mobili e suppellettili.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook