ABUSIVISMO EDILIZIO

Demolizioni a Licata, la lista si allunga: altri 20 abbattimenti

di

LICATA. Si allunga l'elenco delle case da demolire. In origine, come è noto, l'appalto che il Comune aveva assegnato all'impresa edile Patriarca Salvatore prevedeva l'abbattimento di venti villette abusive, la maggior parte delle quali realizzate in prossimità della costa.

Nel frattempo la procura della Repubblica di Agrigento, guidata dal procuratore capo Renato Di Natale e dall'aggiunto Ignazio Fonzo, ha indirizzato al Comune una diffida a demolire altri venti edifici realizzati senza licenza. Di conseguenza il dipartimento Urbanistica e Lavori Pubblici ha iniziato, da qualche giorno, a notificare le nuove ordinanze di demolizione agli ormai ex proprietari di stabili da abbattere. Si tratta, infatti, di villette da tempo acquisite al patrimonio del Comune. Come è noto, nel complesso, sono 216 gli stabili che nel corso degli anni sono stati acquisiti al patrimonio del municipio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI AGRIGENTO DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook