AMMINISTRAZIONE

Rifiuti a Licata, scontro tra consiglio e giunta

di

LICATA. Si infiamma la polemica, come era prevedibile, sulla decisione del consiglio comunale di Licata di «bocciare» la scelta della giunta di gestire in house la raccolta dei rifiuti. Il voto (con 16 si, 8 no ed un astenuto) è arrivato mercoledì sera, quando i consiglieri hanno deciso di affidare il servizio all’esterno. Calogero Scrimali, presidente della Commissione consiliare Bilancio, ha rilevato che «la legge 190/2014 suggerisce con insistenza la riduzione drastica di tutte le società partecipate in cui sono infilati i Comuni, perché è storicamente risaputo che sono fonte inesauribile di sprechi, di forti passività e di tentazioni non proprio legittime.

Questo stesso concetto è stato ripreso e rafforzato ed è diventato oggetto di una sua propria deliberazione dalla Corte dei Conti Siciliana, e un invito pressante ad una forte riduzione delle società partecipate ed alla redazione di un piano operativo di razionalizzazione delle stesse da far pervenire alla Corte entro il 2015. In questo quadro ed in questo scenario, il nostro sindaco e l’assessore al Bilancio, Sambito, si stanno spendendo, chissà perché, per andare nella direzione opposta».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook