IL CASO

Terme di Sciacca, la Regione impone un altro stop

di

SCIACCA. "Ho fatto bene a non pubblicare i mini bandi per la gestione del Grand Hotel delle Terme e dello stabilimento termale per la stagione 2016. Proprio nelle ultime ore ho appreso che la Regione non ha ancora autorizzato il Genio Civile a realizzare i lavori di allaccio alla rete fognante. Se avessi pubblicato i mini bandi avremmo rischiato pesanti risarcimenti".

Carlo Turriciano, liquidatore delle Terme, esce allo scoperto e spiega che la sua azione "ha tutelato le terme e dunque la Regione, scongiurando il pagamento di penali, insomma una nuova situazione tipo quella della Montagnola". A questo punto bisogna aspettare l'avvio dei lavori per pubblicare i bandi, condizione da sempre richiesta da Turriciano, e, visto lo stato dell'arte, passerà anche l'estate e l'unica programmazione per la riapertura del Grand Hotel e dello stabilimento può essere effettuata per il prossimo anno.

Nei giorni scorsi il Comune che, con il sindaco, Fabrizio Di Paola, punta a una celere pubblicazione dei bandi per la riapertura delle strutture, aveva comunicato il via libera della conferenza di servizi al progetto di realizzazione delle "opere per la separazione delle acque sulfuree e bianche dalle acque nere delle unità produttive presenti all'interno del parco delle terme e successivo allaccio al collettore fognario".

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook