SERVIZI

Canone idrico con la depurazione, è protesta a Favara

di

FAVARA. E' in scadenza il pagamento della prima rata del canone idrico e a Favara monta la protesta. Non tanto per gli importi, che vengono ritenuti, comunque, eccessivi specie se confrontati con quelli di altri ambiti, quanto perché nel bollettino è indicata una quota riferita al costo della depurazione.

Per il comitato spontaneo dei cittadini, costituitosi qualche mese fa per contestare l'installazione dei misuratori idrici privi delle necessarie garanzie, si tratterebbe di una richiesta fuori luogo essendo stato il depuratore di contrada Esa-Chimento, gestito dalla società "Girgenti Acque", sequestrato dai carabinieri del Noe di Palermo due mesi fa in quanto si sarebbero riscontrate delle irregolarità in ordine al suo funzionamento.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X