LA SENTENZA

Sciacca, condannati due tecnici Anas per il crollo del ponte Verdura

di

SCIACCA. La sentenza è stata emessa dal giudice del Tribunale di Sciacca, Roberta Nodari, ed è stata di condanna a 3 mesi e 16 giorni di reclusione, con pena sospesa, per i due tecnici Anas imputati nel processo per il crollo del ponte Verdura, sulla statale 115, nel tratto compreso tra Sciacca e Ribera, avvenuto il 2 febbraio del 2013.

Il giudice ha accolto le richieste del pubblico ministero, Michele Marrone. Le difese avevano chiesto l' assoluzione per Antonino Tumminello, di 48 anni, capo cantoniere addetto alla sorveglianza del tratto di strada della statale 115 "sud occidentale sicula" in cui è situato il ponte, e per Ignazio Calvaruso, di 59, capo del nucleo di manutenzione dell' Anas, con competenza sullo stesso tratto di strada.

Tumminello è difeso dall'avvocato Giovanni Vaccaro e Calvaruso dagli avvocati Domenico Galatà e Celestino Cardinale. I due tecnici, secondo l' accusa, avrebbero dovuto effettuare dei controlli riguardanti il ponte e il cui deterioramento avrebbe avuto una evoluzione graduale. Il pm aveva chiesto per loro le generiche e l' attenuante di avere evitato il disastro con la chiusura della strada alcu ne ore prima del crollo. Anche queste richieste sono state accolte dal giudice e Marrone nella discussione ha dato atto ai due tecnici di essersi piena mente attivati per la chiusura del ponte nelle fasi che hanno preceduto il crollo, evitando gravi conseguenze.

Le difese, invece, sollecitando l' assoluzione dei due tecnici Anas, hanno sostenuto che la loro competenza riguarda soltanto la strada e non le condizioni del ponte.
Una voragine si è aperta al centro del ponte Verdura, a metà mattinata del 2 febbraio del 2013. Per fortuna, dopo i primi segnali di cedimento, la strada, intorno alle 7 del mattino, era stata chiusa al traffico. Nel processo, celebrato con il rito abbreviato, si è costituito parte civile il Codacons e il giudice Nodari ha riconosciuto un risarcimento di 10 mila euro. Al posto del ponte, dopo il crollo, è stata realizzata una "passerella provvisoria" sulla statale 115. Qualche mese fa sono iniziati i lavori per la costruzione del nuovo ponte sul fiume Verdura. Vengono eseguiti dalla ditta LC di Alcamo. Sono stati finanziati dall' Anas che ha destinato per quest' opera circa 4 milioni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X