LA DENUNCIA

Santa Elisabetta, scritte intimidatorie e minacce al sindaco Gueli

di ,

AGRIGENTO. «Chi parla ... bum bum... sisi ... sindaco». È con questa scritta, con accanto il disegno di una pistola fumante, il tutto realizzato con una bomboletta spray di colore nero, che è stata messa a segno quella che ha tutte le caratteristiche di una intimidazione. Una minaccia, chiara, inequivocabile, rivolta nei confronti del sindaco di Santa Elisabetta, Domenico Gueli.

Scritta e disegno sono stati realizzati su alcuni manifesti già incollati nella classica bacheca per le inserzioni pubblicitarie, in piazza San Carlo, a pochi metri di distanza dall'abitazione del primo cittadino. A formalizzare la denuncia, contro ignoti, presentandosi alla caserma dei carabinieri di Santa Elisabetta, è stato lo stesso sindaco.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X